" La cucina è un' opportunità, non un limite."

Polpette di pesce spada con crema di fave

Dopo l’abbuffata delle delizie pasquali, sentivo la necessità di tornare alle mie abitudini alimentari.
Mi son ricordata di avere in freezer una bella fetta di pesce spada, acquistata poco tempo prima in pescheria per una specifica occasione che poi non è venuta più a verificarsi, e mi son detta che era giunto il momento di portarla in tavola.
Le proprietà organolettiche delle sue carni fanno si che possa essere consumato, con moderazione, anche dai bambini, poiché fonte di proteine, vitamine e sali minerali, che favoriscono la salute delle ossa e dei denti, della pressione arteriosa, della vista.
Avendo un figlio buongustaio, ecco che ho deciso di farne delle deliziose polpette arrostite con finocchio e limone, che vanno a rendere armonioso il sapore intenso del pesce spada, accompagnate con una crema di fave di stagione.

polpette di pesce spada

Per 11 polpette di pesce spada:
– 400gr netti di pesce spada
– 1 finocchio
– buccia grattugiata di un limone
– sale e pepe q.b.

Per la crema di fave:
– 140gr netti di fave (prive del baccello)
– 1 tazzina di olio d’oliva
– sale rosa q.b.
– un goccio d’acqua t.a. se necessario

Per realizzare le polpette di pesce spada partite dal finocchio: grattugiatelo (io ho usato la lama preposta del food processor) e versatelo in una ciotola. Quindi frullate il pesce spada crudo (privo di pelle e lische varie) ed unitelo al finocchio.
Aggiungete sale e scorza di limone, mescolate e formate delle polpette. Lasciate riposare in frigo mezz’ora, quindi arrostitele in una padella antiaderente ben calda.

Portate ad ebollizione una pentola d’acqua, salate e versate le fave prive del baccello. Lasciate cuocere 6 minuti dal bollore, quindi alzatele con l’ausilio di una schiumarola e tuffatele in una ciotola con acqua fredda con ghiaccio. Scolatele ed asciugatele.
Prendete una fava per volta, poggiatela tra pollice ed indice ed effettuate una leggera pressione: in questo modo otterrete le fave sbucciate.
Una volta private della buccia, versatele in un contenitore stretto ed alto, aggiungete sale ed olio e frullate col minipimer fino ad ottenere una crema liscia e setosa. Qualora la crema dovesse risultare ancora eccessivamente densa, potrete aggiungere (con parsimonia!) acqua a temperatura ambiente.

Segui la pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter per ricevere le mie ricette e le novità riguardanti Cucina Casalinga di Jay.